domenica 22 febbraio 2015

Ayumu: la ragazza che cammina nei sogni


Era davvero tanto tempo che non facevo delle foto per bene con un abito bello e una sana e naturalissima post produzione. Per questa occasione sono diventata modella, se vogliamo anche testimonial, del progetto scolastico di collezione del mio migliore amico Sleeping Lulu.

Dovendo utilizzare una modella per il suo primo abito realizzato come prototipo per una collezione di moda, chi meglio di me? La taglia non era esattamente la mia, ma con un po' di ingegno e le inquadrature giuste sembra quasi perfetto.


La collezione si chiama Ayumu, nome giapponese che significa "la ragazza che cammina nei sogni". Ispirato, come è facile capire, all'immaginario di Klimt, alle atmosfere oniriche e dallo spiccato rigore delle linee e delle geometrie. E' stato emozionante indossare il suo primo abito vero, sia per me che per lui che l'ha visto prendere vita dopo tanto tempo di lavorazione e progettazione.


Le foto verranno usate per la presentazione in sede di esame, che spero bene riceva un voto altissimo perchè, a parte l'unico abito realizzato fisicamente, è un progetto davvero interessante ed ottimamente sviluppato. Sarebbe bello se un giorno diventasse vero in tutti i suoi 18 outfit.

8 commenti:

  1. Veramente molto bello! Sia le foto, ma soprattutto complimenti a Lulu per l'abito, che incarna perfettamente il messaggio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Clap clap un applauso alla squadra di Ayumu! E un grazie per te da Lulu

      Elimina
  2. Si vede che è ispirato a Klimt e penso sia molto azzecato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La collezione completa è meravigliosa...

      Elimina
  3. Senza nulla togliere allo stilista, sei perfetta, specie nella prima foto. Io vi voglio vedere su Vogue Italia! :)

    RispondiElimina
  4. Complimenti! Si vede che si ispira a Klimt... bellissimo!
    E complimenti anche alla modella ;-)

    RispondiElimina